immhomevittoz

che cos'è

il metodo vittoz

item1
il METODO VITTOZ: una disciplina dell'arte di vivere tra terapia e pedagogia

 

Il Metodo Vittoz è un sistema di sintesi con applicazioni pedagogiche e rieducative. E' stato ideato dal medico svizzero Roger Vittoz allo scopo di ristabilire l’equilibrio dell’attività neuropsichica, regolarne il funzionamento nei disagi di origine nervosa e prevenirne le disfunzioni nei giovani.

Attraverso semplici esercizi mentali e pratiche psicosensoriali insegna ad acquisire l’unità, la consapevolezza e la volontà necessarie a una gestione migliore dei pensieri, delle emozioni, delle azioni.

L’equilibrio e la padronanza di sé che ne derivano hanno il loro naturale riflesso sullo stato fisico migliorandone le difese e l’adattamento.

La Volontà ha un posto privilegiato nel Metodo Vittoz. Nonostante si ritenga che un individuo possa avere scarsa volontà, non è questa a mancare ma la capacità di utilizzarla. Necessita infatti di particolari condizioni per manifestarsi: unità e controllo. L’azione che ne risulta sarà libera, elastica e intelligente, appropriata alle necessità del momento o alla realizzazione di uno scopo.

L’apprendimento del Metodo Vittoz è individuale oppure collettivo, a cadenza settimanale o anche personalizzata, prevede un training di durata variabile secondo l’obiettivo e l’andamento delle sedute, a partire da un minimo di tre mesi. Le pratiche e gli esercizi proposti, applicati alla vita quotidiana, costituiscono gli strumenti che rendono la persona responsabile del proprio benessere e, al termine del percorso, autonoma dall’insegnante o dal terapeuta.

Utilità

  • difficoltà di attenzione, di apprendimento e memoria
  • difficoltà di autocontrollo e di adattamento
  • tensione, stanchezza, ansia, stress
  • alcuni stati depressivi e di nevrosi
  • disturbi psicosomatici
  • difficoltà di relazione, insicurezza
  • difficoltà nella gestione delle emozioni
  • dipendenze

item2

a chi si rivolge

il metodo vittoz

item7

 

A chi desidera vivere meglio

A chi desidera conoscersi e migliorarsi

A chi è soggetto allo stress

A chi svolge un’intensa attività mentale e di coordinamento (studenti, professionisti, medici, psicologi, dirigenti, ecc.)

A chi svolge un’intensa attività mentale correlata al controllo del corpo (musicisti, attori, atleti ed insegnanti di discipline sportive, ecc.)

A chi desidera esercitare meglio il proprio ruolo pedagogico (direttori scolastici, insegnanti, genitori, ecc.)

Alle persone anziane che desiderano mantenere integre le proprie capacità

Alle persone che desiderano scoprire o ritrovare i propri talenti

A chi desidera fortificarsi per affrontare serenamente una nuova dimensione della vita (adolescenza, esami, lutti, separazioni, matrimonio, parto, menopausa, traslochi, ecc.)
 

item6

item8

 

A chi desidera risolvere un problema specifico

  • tensione
  • stanchezza
  • insonnia
  • solitudine, timidezza
  • difficoltà di relazione
  • difficoltà di adattamento
  • mancanza di memoria
  • mancanza di fiducia
  • dispersione/confusione
  • ansia
  • stati depressivi
  • disturbi dell'attenzione
  • disturbi psicosomatici
  • gestione delle emozioni
  • gestione dei pensieri
  • azioni automatiche e ripetitive
  • dipendenze
     

item3

Il Dottor Roger vittoz

vittoz

Roger Melling Vittoz nasce il 6 maggio 1863 a Morges in Svizzera presso una famiglia colta da cui riceve un elevato senso morale. Nel 1886 si laurea in medicina a Ginevra e un anno dopo entra all'Ospedale Cantonale del quale gli viene poi affidata la direzione.

Profondamente impegnato nell'attività clinica e di ricerca soffre di un affaticamento nervoso complicato da una grave scarlattina, da questa lunga malattia, sperimentandolo su se stesso, ha origine il suo metodo di rieducazione funzionale.

Si interessa particolarmente agli psicastenici che costituiscono la maggior parte della sua clientela e abbandonando l'ipnosi, approfondisce la ricerca in direzione di un trattamento non solo palliativo ma curativo.

Scopre i fenomeni vibratori corrispondenti all'attività cerebrale percependoli manualmente sulla fronte del paziente, osservando così la base organico-funzionale delle disfunzioni psichiche e sperimenta un nuovo metodo diagnostico che diverrà sempre più preciso.

Vittoz elabora quindi una terapia rieducativa delle nevrosi nella direzione di un controllo da parte dell'io, sulle sue funzioni cerebrali, quindi psichiche.

I successi che ottiene con molti pazienti considerati "incurabili" gli procurano una notorietà internazionale.

Dal 1905 si stabilisce a Losanna, chiamato a dirigervi l'Ospedale.

Nel 1911 viene pubblicato "Traitement des psychonévroses par la rééducation du controle cérébral", l'unico libro scritto da Vittoz.

Egli tenterà fino alla sua morte, avvenuta nel 1925, di dimostrazione scientificamente l'esistenza delle vibrazioni cerebrali attraverso un rilevatore meccanico la cui sensibilità non riuscì ad affinare.

Il progetto prosegue con il Dr. Pierre D'Espiney, collega e amico, e più tardi con il fisico francese Alphons Gay che nel 1951 giunge all'oggettivazione delle onde o "Fenomeno Vittoz" per mezzo di un'apparecchiatura elettronica (elettropletismografo).

Il Dottor Roger Vittoz, persona che si distingue per modestia e grande umanità, nonostante l'avversione della maggior parte del mondo scientifico dell'epoca, conosce un enorme successo e un grande seguito tra colleghi medici, psichiatri e personale paramedico, in particolare: P. d'Espiney a Lione, S. Jeanne du Calvaire, Dr. G. Montandon e Dr. Paul Tournier in Svizzera, Dr. Josephine Van Slyck Thorn negli Stati Uniti, Dr. L. Pourtal a Marsiglia, il neurofisiologo Paul Chauchard e il neuropsichiatra Henri Baruk a Parigi, ancora A. Gay a Lione.

 

item5

dont-delete-me